Che cos’è il granuloma dentale

Che cos'è il granuloma dentale

Granuloma apicale o periapicale

I denti, come tutte le parti del nostro corpo posso essere interessati da malattie, una di queste è il granuloma dentale, detto anche granuloma apicale o periapicale.

Un granuloma periapicale è una lesione, o infezione del dente, relativamente comune determinata da batteri, che si sviluppa intorno alla punta della radice, verso la mascella o la mandibola. L’infezione può allargarsi anche ai tessuti limitrofi e attaccare l’interno del dente stesso.

Si caratterizza per un lungo decorso asintomatico, la persona non si accorge subito dell’infezione, può scambiarlo per una bolla sulla gengiva e spesso il granuloma viene rilevato già in uno stato avanzato e trascurato. I granulomi periapicali si ingrandiscono lentamente e possono crescere fino a raggiungere diversi centimetri di diametro.

Sotto l’influenza di vari fattori, il granuloma dentale si aggrava con l’emergere di un processo infiammatorio acuto: forte dolore nel dente, gengiva gonfia e dolorante.

Non curato in tempo, il granuloma dentale, può portare a complicazioni molto dolorose, come la necrosi dei tessuti interessati, la diffusione dell’infezione nell’osso mascellare o in altre parti del corpo, creando situazioni molto più gravi.

Tipi di granuloma gengivale

Esistono 3 tipi diversi di granuloma gengivale:

  • Semplice: il più diffuso, si presenta con una zona infiammata di forma tondeggiante intorno all’apice della radice del dente
  • Ascessualizzato: un ascesso dentale che si cronicizza e che tende a svilupparsi all’interno del granuloma stesso
  • Suppurato: la forma più acuta e dolorosa dell’infiammazione della radice, formata da un tessuto di granulazione estremamente infiammato, associato a un ascesso dentale e alla produzione di pus

Non sempre il dente viene estratto con un granuloma in corso, si opta più per la devitalizzazione.

Sintomi 

Se, come abbiamo visto un granuloma non raggiunge dimensioni significative può caratterizzarsi per un lungo decorso totalmente asintomatico. Quando il granuloma aumenta di dimensioni, compaiono:

  • Dolore, arrossamento, gengiva gonfia e dolorante
  • Arcata dentaria dolorante
  • comparsa di pus tra dente e gengiva

nei casi più gravi:

  • febbre
  • mal di testa
  • malessere diffuso
  • dolore all’occhio
  • ingrossamento dei linfonodi del collo

Cause del granuloma

Spesso il granuloma dentale si forma in seguito una complicazione della pulpite (infiammazione della polpa) dal nervo infiammato l’infezione passa attraverso la radice del dente. Potresti avere una pulpite se provi un dolore forte quando mastichi, di preferenza cibi caldi, molto freddi o dolci.

Altra causa del granuloma dentale può essere l’infiammazione dei tessuti circostanti del dente. 

Un dente cariato, scheggiato e che ha subito altre lesioni diventa una fonte di infezione e può anche portare allo sviluppo del granuloma dentale, così come un’estrazione o devitalizzazione dentale eseguite male o non rispettando le regole d’igiene, un’otturazione fatta con materiali non sterilizzati. 

Anche le complicazioni di una piorrea, causata da batteri che si insidiano negli strati più profondi, possono portare allo sviluppo di un granuloma.

Complicazioni di un granuloma dentale

Se il granuloma dentale cresce e si espande, può portare dalla distruzione della radice del dente con conseguente caduta del dente stesso. 

L’infezione del granuloma, si può espandere ai tessuti molli circostanti, causando ascessi e lesioni purulente. 

Essendo il granuloma dentale un focolaio pericoloso di infezione, è possibile che le complicazioni si espandano oltre i problemi dentali. 

La diffusione di agenti infettivi per via ematica può causare lo sviluppo di sinusite, un sensibile abbassamento delle difese immunitarie, miocardite infettiva, fino alla sepsi.

L’abbassamento delle difese immunitarie, inoltre, non fa che favorire il proliferare dei batteri in altre parti del corpo.

Diagnosi

Viste le sue piccole dimensioni, l’esame dentale preventivo non sempre permette di rivelare un granuloma. La presenza del granuloma viene accertata mediante esami diagnostici come la radiografia endorale o una panoramica dentale.

Cure 

Normalmente le cure sono:

  • In presenza di un dente devitalizzato si toglie il materiale utilizzato per la vecchia otturazione, si pulisce scrupolosamente e si ottura di nuovo.
  • Si devitalizza il dente, la radice interessata dall’infezione del granuloma viene sterilizzata e asportata la polpa. Il dente viene ripulito dalla presenza di batteri e sigillato con un’otturazione in un primo tempo, incapsulato in seguito
  • Si rimuove l’apice del dente con un procedimento chiamato apicectomia
  • Si estrae il dente nei casi più gravi o di recidive

Per curare un granuloma correttamente si deve andare da un professionista, che saprà scegliere il metodo migliore.