Come vendere i biglietti del treno inutilizzati. Tutti i servizi di scambio online

Come vendere i biglietti del treno inutilizzati. Tutti i servizi di scambio online

Avete comprato dei biglietti del treno e non potete più partire? È possibile vendere i biglietti non utilizzati del treno in diversi modi, grazie a numerosi portali che offrono l’occasione di vendere questi beni non utilizzati. Esistono tanti canali che offrono questa opportunità e che riescono a garantire di non sprecare una risorsa importante, come un biglietto che non è più possibile utilizzare. Del resto molti, quando comprano i biglietti cercano a tutti i costi di risparmiare sul prezzo e poi capita di non riuscire più a partire. Che sfortuna! Ciò, non significa dover per forza perdere i soldi che si sono investiti nel viaggio. Prima di capire in che modo è possibile vendere i biglietti del treno, è bene perciò trovare innanzitutto quelli al prezzo migliore e poi successivamente, trovare anche un modo per rivenderli in caso di mancata partenza.

I diversi modi per vendere biglietti treno non utilizzati

Vi sono diversi modi che consentono di vendere dei biglietti del treno non utilizzati. Innanzitutto, vi sono dei siti specializzati nel compro – vendo o scambio di biglietti non usati, che offrono l’occasione di poter avere semplicemente – con un cambio del nominativo del biglietto – dei prezzi molto scontati. Inoltre, anche su Marketplace e su alcuni gruppi dei principali social network come Facebook, Telegram così come Instagram, c’è la possibilità di vendere e comprare dei biglietti scontati di persone che non sono più riuscite a partire. Molti li vendono magari, anche con dei prezzi molto più bassi rispetto a quelli di acquisto. Vi sono davvero tantissime di queste soluzioni che danno l’occasione di poter ottenere un biglietto lowcost e alcuni portali sono proprio specifici per questo tipo di attività. Tali siti ogni giorno pubblicano migliaia di offerte in tal senso.

Risparmiare sui biglietti del treno

L’occasione di vendere i biglietti del treno non utilizzati o, allo stesso tempo, di comprarne, permette di ottenere un notevole risparmio per i propri viaggi. I viaggi in treno oggi giorno sono molto frequenti e anche con l’arrivo dell’alta velocità, la concorrenza all’aereo è diventata spietata. Fare un viaggio in treno significa riuscire ad arrivare alle città di destinazione senza perdere tempo e con tutti i bagagli che si desidera avere, senza doversi per forza preoccupare delle limitazioni che invece vengono imposte sui viaggi in aereo. A volte, per ottenere un risparmio bisogna prenotare il biglietto con un largo anticipo, in modo tale da trovare le tariffe super low cost. Ciò vale anche nelle festività: con un po’di anticipo, le tariffe sono comunque vantaggiose. Un altro modo per cercare di risparmiare con i biglietti del treno è quello di partecipare a delle raccolte punti oppure premi fedeltà, che danno l’occasione di poter registrare i propri viaggi e di ottenere un bonus ogni qualvolta si prenota. Le principali compagnie di treni come Trenitalia oppure Italo, offrono delle soluzioni proprio per fare in modo che chi viaggia spesso possa essere in grado di risparmiare dal 5 al 10% o addirittura, avere un biglietto gratuito dopo un determinato numero di chilometri percorsi.

Scambio treno e tutti i servizi per lo scambio di biglietti non utilizzati

Il circuito dello scambio dei biglietti non utilizzati è diventato davvero fondamentale per coloro che vogliono risparmiare per un viaggio in treno. Ciò vale anche se si vogliono vendere dei biglietti del treno non utilizzati o che se si vogliono spostare. Siti come, Lowcomotive, Cambio biglietto, Scambia treno, oppure altri della stessa tipologia, pubblicano degli annunci degli utenti che con un incrocio domanda-offerta offrono l’occasione di poter avere dei prezzi veramente stracciati. Chi deve vendere un biglietto treno, potrà recuperare quanto speso. Si tratta del meccanismo della “sharing economy”, che mette in correlazione utenti provenienti da diverse parti d’Italia o del mondo e anche se non c’è un diretto scopo di lucro, si riesce davvero a creare un servizio utile. Molto spesso, gli scambi si fanno anche con delle vere e proprie app che permettono di vendere prodotti non utilizzati. Tra questi prodotti non vi sono solo oggetti, ma anche servizi. In quasi tutti i programmi per dispositivi mobili si offre l’occasione di mettere in vendita, attraverso degli annunci, anche i biglietti treno non utilizzati. Ad esempio, vi sono Shpock, Subito.it e tantissime altre che offrono servizi simili online.

Un altro modo per cercare di risparmiare sui biglietti per il treno

Per risparmiare sui biglietti per il treno, si può scegliere l’opzione andata e ritorno in un arco di tempo ridotto. Questa idea è nata grazie alle tante offerte che sono state messe in campo dalle principali società che si occupano del settore rotaie in Italia. Queste offerte permettono di avere un prezzo vantaggioso per spostarsi in Italia in treno, senza dover neanche anticiparsi troppo sulla prenotazione pre-partenza. Piuttosto basta seguire quelle che sono le indicazioni delle cosiddette “partenze intelligenti”, che sono state indicate dalla medesima compagnia. Le offerte sono sempre più numerose. Ve ne sono anche per chi è iscritto a delle specifiche newsletter e che riesce ad ottenere, in determinati periodi dell’anno, dei coupon che permettono di risparmiare anche fino al 30% rispetto al prezzo del biglietto originario.