Pulizia della casa con a scopa elettrica senza fili

Pulizia della casa con a scopa elettrica senza fili

L’igiene e la pulizia della propria abitazione è un aspetto di enorme importanza sia dal punto di vista estetico sia dal punto di vista salutare, visto che sporco, batteri e microrganismi tendono ad appoggiarsi su qualsiasi superficie, specialmente sui pavimenti.

Proprio per questo, molto utili sono gli aspirapolveri, che però sono abbastanza pesanti e scomodi da utilizzare, oltre a dover essere sempre attaccati alla corrente.

E’ qui che entra in gioco la scopa elettrica senza fili, che, come riporta anche un articolo sulle scope elettriche senza fili pubblicato su s-m-webblog.com, è diventata la soluzione di pulizia ideale e più acquistata recentemente dalle famiglie, che hanno trovato un elettrodomestico leggero con grande benefici e vantaggi.

Ha dimensioni molto ridotte rispetto un classico aspirapolvere, è silenzioso, ha un’ottima potenza di aspirazione, grazie anche ai filtri per trattenere allergeni, e soprattutto ha una batteria che va caricata appositamente, pertanto non sarà obbligatorio tenerla sempre attaccata alla presa della corrente durante il funzionamento.

Ma chi ha inventato per primo le scope elettriche senza fili? Scopriamolo di seguito.

La nascita della scopa elettrica senza fili

James Dyson è un ingegnere che sin dall’inizio della sua vita era appassionato di volo, pertanto studiava nel dettaglio tutti i funzionamenti dei vari motori per applicarli poi a velivoli.

Capì poco dopo però che quello che stava cercando di studiare poteva applicarlo in prodotti per la casa innovativi, apparecchi elettronici capaci di pulire in modo molto rapido le superfici ed i pavimenti di locali ed abitazioni, efficacemente e senza eccessiva fatica.

Da qui nacque la famosa azienda Dyson, leader nel settore degli aspirapolveri e delle scope elettriche senza fili. La multinazionale partita da James Dyson continua a dominare i mercati da ben 70 anni, con un fatturato annuo medio di 4 miliardi di euro e con ben 12.500 dipendenti sparsi in tutto il mondo, il che lo rende una multinazionale tra le più importanti sul pianeta, visto la grande mole lavorativa che offre.

James Dyson non si è limitato solo a costruire aspirapolveri tradizionali, ma è stato anche l’inventore delle moderne scope elettriche senza filo che, come abbiamo già detto in precedenza, hanno numerosi vantaggi e funzionalità extra rispetto ai modelli base.

Il più importante, senza dubbio, è il fatto di funzionare a batteria, proprio come se fosse un computer portatile o uno smartphone. Andrà ricaricata quando è scarica, con un processo che dura qualche ora, e poi potrà essere utilizzata senza limitazioni finché non si riscarica la batteria.

Ovviamente, costerà leggermente in più rispetto ai modelli tradizionali, ma nel medio-lungo termine permetterà di risparmiare sulla bolletta della corrente.

Altri oggetti che la Dyson vende sono vari modelli di asciugacapelli, anche professionali, e soprattutto i purificatori d’aria portatili, dalle dimensioni molto ridotte e capaci di eliminare fino all 99,9% di particelle dannose ed inquinanti nell’aria.