Energizzanti naturali: cosa sono e quali sono

Energizzanti naturali: cosa sono e quali sono

Ti senti sempre stanco e ti sembra di non riuscire a recuperare le forze e le energie? Non preoccuparti, perché il problema è molto più comune di quanto potresti pensare. La vita troppo frenetica e lo stress prosciugano letteralmente il corpo e la mente, ma c’è una soluzione. Si tratta degli energizzanti naturali, vere e proprie ricariche che puoi assumere durante il giorno per farti del bene e ripartire. Scopriamo quali sono e soprattutto a cosa possono esserti utili.

Energizzanti naturali: cosa sono

Come dice il nome stesso, un energizzante naturale è un alimento di origine completamente naturale. Questo tipo di prodotti hanno la proprietà di fornire energia all’organismo, sia a livello fisico che a livello mentale. Si tratta generalmente di alimenti da mangiare o di erbe da fare in infuso. Non vanno sottovalutati però, perché nonostante siano naturali, il loro effetto è potente.

È bene quindi conoscerli, sapere a cosa servono, quali proprietà posseggono ed eventualmente quali controindicazioni presentano. Alcuni energizzanti naturali agiscono infatti sul sistema nervoso centrale, e per questo sono chiamati ‘nervini’. Si tratta ad esempio del caffè, ed è per questo che non si deve mai abusarne.

Altri energizzanti agiscono sulla circolazione sanguigna, oppure sul sistema nervoso periferico rinvigorendo e allo stesso tempo defaticando.
Vediamo più in dettaglio le tipologie di alimenti e i loro effetti.

Caffè, tè, e cioccolato: energia grazie agli alcaloidi

Di certo conosci bene la sensazione di energia che una buona bevanda a base di caffè, o tè, o cioccolata ti può dare. Allo stesso modo però sai bene che abusarne ti può dare disturbi come tremori o tachicardia o insonnia. Questi effetti dipendono dagli alcaloidi, sostanze psicoattive molto potenti. Nel caso del caffè si tratta della caffeina, nel caso del tè della teina e nel caso del cioccolato della teobromina. Quali sono gli effetti di queste sostanze?

  • attivano i neurotrasmettitori adrenalina e noradrenalina, rendendoti più attento e reattivo;
  • dilatano i vasi sanguigni, quindi la tua circolazione funziona meglio e senti meno freddo;
  • aumentano la frequenza cardiaca;
  • aumentano il metabolismo, e questo è uno dei motivi per cui si usano nelle diete dimagranti

Cosa accade se ne prendi troppi? Potresti avere:

  • mal di testa;
  • insonnia;
  • tachicardia;
  • pressione alta e tremori;
  • nervosismo.

Ti consigliamo di scegliere sempre prodotti biologici e soprattutto di non esagerare. Veniamo adesso ad un’altra categoria, quella delle bevande.

Come preparare una bevanda energizzante natura con le tue mani

Sapevi che puoi preparare delle bevande energizzanti del tutto naturali con pochi semplici ingredienti a casa tua? Queste bevande sfruttano le proprietà delle sostanze che contengono. Per fare un esempio su tutti, il frullato di banane contiene il potassio utile per la circolazione di cuore e cervello. Cominciamo così proprio con questa bevanda:

  • Frullato di banana: lo puoi preparare facilmente con le banane, il latte, lo zucchero e del cacao solubile. Usalo se pratichi molta attività fisica, in quanto il potassio previene i fastidiosi crampi;
  • Kombucha: si tratta di un thé che puoi preparare in casa, acquistando semplicemente il prodotto di cui poi farai l’infuso. È un thé di origine cinese che sembra migliorare le difese immunitarie. Usalo d’inverno o al cambio di stagione per prevenire i classici disturbi;
  • Mate: anche in questo caso si tratta di un infuso delle foglie omonime. Viene dal Sudamerica e ha un effetto antiossidante e disintossicante.

Ci sono poi altri alimenti che puoi assumere con l’alimentazione. Vediamo quali sono e che effetti hanno.

Semi e frutta secca: una carica di energia

Hai mai aggiunto dei semi cosiddetti oleaginosi ai tuoi alimenti? Probabilmente senza saperlo lo hai fatto diverse volte, e giustamente! Questi semi infatti sono un vero concentrato di energie, molto più utilizzati di quanto si possa credere. Eccoli:

  • anacardi
  • arachidi
  • semi di girasole
  • mandorle
  • macadamia
  • nocciole
  • noci
  • pinoli
  • pistacchi
  • semi di sesamo o di zucca.

Puoi aggiungerli in insalata, o alle zuppe, o ancora sgranocchiarli come snack nel corso della giornata. Questi energizzanti naturali sono ricchi di vitamine e di minerali. Usali sempre, quotidianamente, senza esagerare perché sono calorici. In particolare però utilizzali in momenti di grande stanchezza come durante una convalescenza, perché ti aiutano a ritrovare la forma e la salute, oltre che l’energia. Diminuiscine l’uso d’estate e cerca di consumarli crudi per non distruggere le proprietà che con il calore tendono a dissiparsi.

Cromo alimentazione: il colore del gusto che fa bene alla salute

Ti senti particolarmente attratto da alcuni cibi di un certo colore? Anche se non lo sai allora stai seguendo la cromo alimentazione. Si tratta semplicemente del ritrovare in determinati colori dei cibi proprietà energizzanti. Il rosso è il colore per eccellenza in tal senso, e quindi via libera a cibi dai colori accesi sinonimo di energia:

  • pomodori
  • fragole
  • barbabietole e così via.